Saltar a: Contenido � | Pie de la página � | Menú principal �


ET

Fortini, Franco

Un dialogo ininterrotto

"Mi sono voluto distinguere e separare, anzi increscere alla mia età; e mi auguro di esserci riuscito". Se il "sentimento... di inappertenenza", ribattuto come un punto d´onore per una vita intera, ha avvolto Franco Fortini in un alone quasi leggendario di asperezza e scontrosità, lo ha anche condotto a praticare, forse piè di ogni altro, lo stile intellectuale del dialogo. Quanto fosse dialogica la sua voce monologante lo testimonia la stupefacente massa di interviste -spessointrovabili, e qui raccolte per la prima volta -con cui si è ostinato a "dare un senso al presente", prendendo partito di fronte alle urgenze della storia, scuotendo le apparenze di politica e cultura , chiosando la sua attività di poeta e saggista, raccontandosi asciuttamente, senza compiacimenti introspettivi e sensa sconti. Nel fagorte artefatto di quella che chiamava la "corruzione comuniucativa", la sua voce ha tenuto fermo alla politicità del dire, si trattase di etica o di lirica, di teoria letteraria o di religione, di autobiografia o di società.

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias mediante el análisis de sus hábitos de navegación. Si continúa navegando, consideramos que acepta su uso. Puede cambiar la configuración u obtener más información en nuestra "Política de cookies".

Saltar a: Contenido � | Pie de la página � | Menú principal �